FANDOM


"Non c'è motivo per me di mettere in discussione le azioni del mio Dio . Dio è assoluto. Il mio lavoro è fare ciò che Dio desidera. "

__Teru Mikami

Teru Mikami (魅上 照, Mikami Teru)  è un personaggio di Death Note, uno dei sostituti di Light Yagami sotto le veci di Kira. Teru, prese le veci di Light subito dopo la morte di: Kyosuke Higuchi, per alternarsi con Light mentre svolgeva le indagini come successore di Elle nella Squadra.

Aspetto e Carattere

Mikami ha l'aspetto di un giovane con i capelli neri lunghi fino alle spalle, indossa degli occhiali. Il suo tipico abbigliamento consiste in un trench nero sopra un completo da lavoro.

Per la maggior parte della serie, il suo concept è stato basato sull'idea di essere simile al design di Taro Kagami, il personaggio principale del capitolo pilota della serie. Quando viene al corrente dell'operato di Kira, inizia a curarsi meno del suo aspetto, diventando spettinato e un "folle fanatico" di Kira.


In alcuni casi, come i videogiochi su DS, i suoi capelli sono raffigurati con una tonalità di verde scuro.

GameMikami

Mikami nei videogiochi di Death Note per Nintendo DS

Mikami ha un forte senso della giustizia che si è sviluppato nel corso della sua infanzia. Detesta il crimine in modo simile a Light. Il suo senso della giustizia, tuttavia, si è sviluppato in una comprensione piuttosto "bianca e nera" delle persone e si spinge fino al punto di etichettare tutti coloro che incontra come buoni o cattivi. Ciò che Mikami ha imparato durante l'infanzia lo ha anche reso ostinato nell'incoraggiare le persone a migliorare la società, con conseguente disprezzo per la "gente pigra".


Tuttavia, mentre Light e Mikami hanno ideali molto simili, il divario è evidente e infatti Mikami a differenza di Light uccide anche persone che hanno semplicemente avuto precedenti penali, anche se hanno smesso da tempo di commettere crimini. Light non è d'accordo con questo tratto di Mikami, nonostante lo scopo di Kira comprenda anche la voglia di scoraggiare le persone a commettere crimini futuri, quindi mentre Light è più interessato a spaventare i criminali al fine di prevenire il crimine, Mikami è più interessato a giustiziarli.


Mikami ha un interesse particolare per i bambini ed è interessato a formarli per farli divenire cittadini modello. L'anime approfondisce questa ossessione di Mikami, fornendo una scena in cui viene mostrato Mikami che interviene quando un gruppo di giovani studenti fanno i prepotenti con uno dei loro compagni di classe.


Un altro tratto di Mikami molto simile a Light, è la fissazione di essere fieramente dedicato ai suoi obiettivi. Come tale, nonostante abbia una forte convinzione per la giustizia, non è contrario all'idea di prendere vite innocenti finché serve a uno scopo più grande. Ad esempio, nel manga, uccide un fotografo che cerca di intrufolarsi in uno degli incontri di Light e Takada. Diversamente da come avrebbe fatto Light, tuttavia, non esita a sacrificare metà della sua vita residua per ricevere gli Occhi dello Shinigami.


Considerando il fatto che Kira sia il suo Dio, Mikami è un devoto adoratore di Kira. La sua risposta alla domanda del Regno di Kira che chiedeva cosa pensasse di Kira era semplicemente "Dio". A parte il suo disprezzo per la "gente pigra", Mikami condivide lo stesso punto di vista sul crimine di Light, che è ciò che ha convinto Light a scegliere lui per giustiziare i criminali quando è stato messo sotto sorveglianza.

Storia

Da bambino, il senso di giustizia di Mikami si sviluppò attraverso l'eccessiva osservazione, secondo il manga, di "ciò che lo circondava". Anche in giovane età, aveva già iniziato a categorizzare le persone come "buone" o "cattive". Cresciuto da una madre single, quest'ultima viene descritta da Mikami come il suo unico alleato e unico confidente durante la sua giovinezza.


Il suo comportamento analitico era indicativo del suo intelletto che, insieme alla sua ambizione e al suo senso della giustizia, gli permise di diventare presidente della sua classe alle elementari. Come presidente di classe, ha difeso i suoi compagni di classe dai bulli, portando spesso ad attacchi fisici nei suoi confronti.

Anche se Mikami alla fine riuscì a unire tutta la sua classe contro i bulli, scoprì che i suoi sforzi stavano facendo pochi progressi quando iniziò a frequentare la scuola media. Costantemente vittima di bullismo e maltrattamenti, il senso di giustizia di Mikami si deformò quando iniziò a desiderare la "soppressione" dei suoi "nemici".


Preoccupato per la sua sicurezza, sua madre ha tentato di convincerlo a rinunciare a cercare di aiutare i suoi compagni di classe. In risposta, Mikami perse fiducia in sua madre e iniziò a trattarla con disprezzo. Sua madre alla fine perse la vita in un incidente d'auto insieme a quattro dei "nemici" di Mikami. Sebbene Mikami inizialmente avesse pianto la morte di sua madre, era contento che la sua classe diventasse più "pacifica" nei suoi confronti a causa dell'incidente. Da allora in poi, Mikami ha acquisito la convinzione che chiunque facesse qualcosa di sbagliato debba essere punito, e si è assunto il compito di far rispettare questa convinzione mentre il suo odio per il male si sviluppa sempre di più..

Questi sentimenti alla fine si insinuarono nelle sue aspirazioni di carriera, e dopo essersi diplomato con ottimi voti e frequentare il Dipartimento di Giurisprudenza dell'Università di Kyodo, divenne un pubblico ministero. Poco dopo aver adottato la sua professione, Mikami viene a sapere di Kira attraverso i vari media. Sentendo che il suo senso della giustizia è stato confermato attraverso le azioni di Kira, Mikami inizia ad adorare Kira. Mikami alla fine diventa un membro del regno di Kira nella speranza di essere notato da Kira attraverso le apparizioni televisive.

Dopo che Near rafforza i sospetti riguardo i membri della Squadra di Elle, Light ha bisogno di un nuovo esecutore che si alterni con lui per far cadere i sospetti. Dopo aver visto qualche episodio del Regno di Kira, il suo occhio cade proprio su Mikami.


Mikami, sentendosi onorato di aver ricevuto il ruolo di Kira, ha l'impressione che Kira non sia in grado di muoversi al momento e cerchi un mezzo di comunicazione. Mikami agisce immediatamente e uccide Demegawa ei suoi uomini quando si allontanano dalla parola di Kira.


Per far sapere a Kira che ha bisogno di entrare in contatto con lui, Mikami va su Sakura TV, sostenendo che gli adoratori di Kira dovrebbero attendere gli ordini di Kira, e, se Mikami non avesse ricevuto notizie da Kira, avrebbero dovuto agire su loro stessi. È stato usato un modo sottile per far sapere a Kira che Mikami ha bisogno di ottenere il consenso da Kira per fare le sue uccisioni e, se Kira non fosse in grado di farlo, Mikami ucciderà chiunque senta debba essere ucciso da solo.


Mikami inizia a uccidere persone pigre e persone che hanno commesso crimini solo in passato.


Un mezzo di comunicazione si sviluppa quando Mikami sceglie Kiyomi Takada, un conoscente di Mikami e qualcuno che per coincidenza ha avuto una storia passata con Light, come portavoce di Kira. Durante uno degli incontri privati ​​di Light e Takada, Mikami chiama Takada via cellulare, e dopo averle fatto qualche domanda, le dice di consegnare il telefono alla persona con cui si sta incontrando, pensando che sia Kira. Light poi conferma di essere Kira facendo emergere i dettagli della spedizione del Death Note. Da quel momento in poi, Light comunica con Mikami attraverso Takada, passandole delle note che servono a inviare messaggi specifici a Mikami.


Light dice a Mikami di falsificare un quaderno mentre spedisce i ritagli a Takada di alcune delle vere pagine del quaderno nel tentativo di ingannare Near e l'SPK, con Light in attesa di Near per scambiare il notebook con un falso. Usando questa strategia, Near, pensa che il quaderno che Mikami sta usando sia reale, scambia il quaderno contraffatto con un altro falso, mentre Mikami tira fuori il quaderno reale durante l'atteso confronto finale tra Near e Light. In pubblico, Mikami scrive i nomi in questo quaderno fasullo mentre segretamente invia a Takada il nome e il volto della vittima in modo che Near, che sta osservando Mikami, possa confermare che Mikami sia X-Kira e stia usando il vero quaderno.


Anche Light dice a Mikami che i suoi Shinigami non lo seguono più. In questo modo, quando Near entrerà in contatto con il taccuino contraffatto, quando non vedrà lo Shinigami, non crederebbe di non vedere Shinigami perché questo quaderno è un falso. Alla fine, Near fa scambiare il taccuino falsificato con un altro falso e Mikami, che controlla ogni giorno il notebook con un microscopio, conferma lo scambio con Light e Takada, assicurando la loro vittoria su Near.


Tuttavia, inaspettatamente, Mello rapisce Takada, che uccide con successo Mello. Sotto gli ordini di Light, Takada chiede a Mikami i nomi dei criminali in modo che lei sia in grado di ucciderne il maggior numero possibile. Comunque, se Takada fosse visto dall'SPK e dalla squadra di Elle, il frammento del taccuino che lei tiene con sé sarebbe dannoso per Kira, quindi Mikami, non sapendo che Light abbia già ucciso Takada con il suo frammento del taccuino, scrive il nome di Takada usando il vero quaderno. All'insaputa di Mikami, Near usa questa opportunità per scambiare il vero taccuino con uno falso.


Durante lo scontro a Yellow Box tra Light, la Task Force e l'SPK, entrambi attendono l'arrivo di Mikami. Near sa già che Mikami porterà il quaderno finto, e che scriverà i nomi di tutti tranne quello di Kira, mentre Light si aspetta che Mikami abbia portato quello vero. Tuttavia, grazie all'intervento di Mello, il taccuino che Mikami ha portato è un falso e quindi Light viene smascherato

Nel manga, Mikami rinnega Light come suo Dio dopo che quest'ultimo tenta di ordinare a Mikami di uccidere la squadra di Elle e l'SPK, nonostante il quaderno sia già stato confiscato. Dopo essere stato incarcerato, muore misteriosamente in prigione dieci giorni dopo, portando alla teoria di Matsuda che vieta le azioni di Mikami con il Death Note per incolpare Light.

Nell'episodio finale dell'anime, Mikami, scioccato e tradito dall'affermazione di Light che ammette falsamente di non conoscerlo, si suicida pugnalandosi al petto con una penna a sfera, creando un diversivo per la Squadra di Elle e l'SPK. Questo dà a Light l'opportunità di fuggire dal magazzino. Durante i titoli di coda, il corpo di Mikami viene visto per l'ultima volta sul pavimento del magazzino.