FANDOM


Light Yagami (Kira) è il protagonista di Death Note. E' figlio di Soichiro Yagami e Sachiko Yagami e fratello di Sayu Yagami.

Aspetto e Carattere

Light, appare come un ragazzo dal fisico perfetto: magro al punto giusto, alto, e con sguardo pensieroso. Possiede una grande intelligenza, e un quoziente intellettivo al di sopra della media. E' un freddo calcolatore, in grado di prevedere in breve tempo le mosse dei suoi avversari o persone intorno a lui, ed elaborare in altrettanto poco tempo delle contromosse. E' consapevole del fascino che esercita sulle ragazze, infatti spesso, usa quest'ultimo per manipolare Misa Amane e Kiyomi Takada. Inoltre, è anche uno spietato assassino, sadico e senza rimorso, in quanto afferma di voler utilizzare persino la sua stessa famiglia come dei "pezzi di carne" in caso le cose si mettessero male.

Storia

Light Yagami è uno studente modello capace di conseguire risultati prodigiosi e conduce una vita tranquilla, ma nello stesso tempo noiosa. Un giorno trova il Death Note, fatto cadere sulla Terra dallo shinigami Ryuk, e decide di usarlo per uccidere i criminali con l'obiettivo utopico di purificare il mondo e diventarne il nuovo Dio. Da questo momento si trasforma in "Kira", spietato assassino di chi viene giudicato indegno. Light troverà sulla sua strada quello che diventerà il suo più ostico nemico: Elle, un detective dotato di grandissime capacità deduttive.[1]

Nonostante possa essere considerato un genio del male, in quanto ragiona a mente fredda e dimostra di avere un controllo quasi assoluto dell'ambiente che lo circonda e delle situazioni in cui si viene a trovare, il delirio in cui comincia a sprofondare man mano che vede stringersi il cerchio, così come i metodi altamente sadici e crudeli con cui porta alla morte i suoi bersagli tramite il quaderno, fanno di lui un pazzo psicopatico mentalmente disturbato. Questo condurrà Light a non provare più affetto per nessuno nemmeno per la sua famiglia, considerandoli tutt'al più degli strumenti da usare e sacrificare in caso di bisogno.

Dopo essere riuscito a sconfiggere e uccidere Elle, Light ne prenderà il posto per poter pilotare le indagini su Kira e sviare i dubbi su di lui, ma si imbatterà, cinque anni dopo, nei due successori di Elle: Mello e Near, due ragazzi geniali e allo stesso tempo rivali tra di loro. Sarà proprio Near, grazie anche all'aiuto inaspettato dell'ormai defunto Mello, che riuscirà a smascherarlo. Sconfitto, Light impazzirà e, ridotto già in fin di vita dai colpi di pistola ricevuti da Matsuda, sarà infine ucciso da Ryuk, il quale scriverà il suo nome sul suo quaderno, come concordato nel primo incontro con Ryuk e dopo morto non finirà né in paradiso né all'inferno perché chiunque usi il Death Note dopo la propria morte finirà nel nulla.