FANDOM


Il Death Note (死のノート, Shi no nōto) è l'oggetto più importante dell'anime/manga di Death Note.

Poteri

Il quaderno, tramite manipolazione ha il potere di provocare arresti cardiaci o di indurre delle persone al suicidio basandosi sui metodi/azioni descritti dal proprietario dello stesso. Nonostante il suo enorme potenziale, il Death Note però, ha delle limitazioni:

  1. Non può far compiere alla vittima azioni umanamente impossibili da eseguire. Come dimostrato da Light stesso, se si tenta di far compiere a una vittima delle azioni umanamente impossibili da eseguire quest'ultima morirà semplicemente di arresto cardiaco senza eseguire le azioni specificate. Mentre se si cerca di far compiere azioni umanamente possibili da eseguire ma molto difficili da portare a termine, il quaderno lo renderà possibile, anche questa cosa è stata dimostrata da Light, che fece evadere un detenuto da un carcere per poi farlo morire di arresto cardiaco nei bagni del personale della prigione.
  2. Non si può far dire, scrivere o disegnare alla vittima una cosa che non si conosce. Se si tenta ciò, la vittima morirà di arresto cardiaco. Light stesso dimostra ciò tentando di far disegnare a un detenuto il volto di Elle.

Storia

Il quaderno di cui Light entrerà in possesso, verrà rubato da Ryuk a un altro Shinigami, di nome Chido, inizialmente Ryuk dirà a tutti di averlo rubato al Re degli Shinigami. Chido scenderà sulla Terra per riprendersi il quaderno, e intanto si unirà Mello. Una volta che l'organizzazione di Mello viene sconfitta, Light restituisce il quaderno a Chido.

Regole per usare il Death Note

Logo Nonciclopedia Death Note 1

Regole autentiche

  1. L'umano il cui nome sarà scritto su questo quaderno morirà.
  2. Questo quaderno non avrà effetto a meno che chi scrive non abbia in mente il volto della persona mentre scrive il suo nome. Quindi eventuali omonimi non verranno colpiti.
  3. Se la causa della morte viene scritta entro 40 secondi dopo aver scritto il nome della persona, questa si verificherà.
  4. Se la causa della morte non è specificata, la persona di cui si scrive il nome morirà di arresto cardiaco.
  5. Dopo aver scritto la causa della morte, i dettagli della stessa dovranno essere scritti nei seguenti 6 minuti e 40 secondi.
  6. Dopo la loro morte, vi è il nulla (Mu).
  7. Questo quaderno diventerà parte del mondo degli umani non appena entrerà in contatto col suolo (arriverà) del mondo umano.
  8. Il proprietario di questo quaderno potrà distinguere l'immagine e la voce del proprietario originale (ad esempio un dio della morte).
  9. L'umano che toccherà il quaderno potrà distinguere l'immagine e la voce del proprietario originale (cioè un dio della morte), anche se non è il proprietario.
  10. Se un umano usa il quaderno, in genere gli si manifesterà un dio della morte entro 39 giorni da quell'utilizzo.
  11. La persona che avrà il Death Note sarà posseduta da un Dio della morte, il suo proprietario originale, fino alla sua morte o alla fine del quaderno.
  12. In via di principio, gli dei della morte non interverrebbero favorendo o prevenendo in alcun modo le morti causate dal quaderno.
  13. Un dio della morte non ha obblighi nel fornire spiegazioni esaurienti riguardo l'utilizzo del quaderno, e le sue regole, all'umano che l'utilizzerà.
  14. Un dio della morte può allungare la sua vita scrivendo il nome di un umano nel suo quaderno, ma un umano non può fare altrettanto.
  15. Un dio della morte può allungare la sua vita scrivendo il nome di un umano nel suo quaderno, ma un umano non può fare altrettanto.
  16. Un umano può accorciare la sua vita usando il quaderno.
  17. L'umano possessore del quaderno può barattare metà del tempo che gli resta da vivere con gli occhi di un dio della morte, che consentono di conoscere il nome e il tempo di vita rimanente degli altri umani semplicemente guardandoli.
  18. Un dio della morte non può essere ucciso nemmeno se pugnalato al cuore o colpito con un proiettile alla testa. Tuttavia esistono dei modi per uccidere gli dei della morte generalmente sconosciuti a loro stessi.
  19. Le condizioni della morte indicate sul Death Note non si verificheranno qualora questi non siano possibili da realizzare fisicamente per la persona indicata o che non sia ragionevolmente presumibile che venga effettuato da tale umano.
  20. Nemmeno gli dei della morte possono sapere con precisione fino a che punto le condizioni della morte siano possibili. Pertanto l'unico modo è di constatare di persona.
  21. Una pagina presa dal Death Note, o anche un solo frammento della pagina, mantiene quasi tutte le caratteristiche del quaderno.
  22. Se la scritta permane a caratteri leggibili, ed è eseguita direttamente sul quaderno, può essere effettuata con qualunque cosa (cosmetici, sangue, ecc...).
  23. Ci sono molte cose concernenti il Death Note che nemmeno lo stesso dio della morte al quale esso apparteneva in precedenza conosce.
  24. Nel caso vengano prima redatte cause e condizioni della morte, e solo in un secondo tempo venga aggiunto il nome della vittima, il quaderno avrà ugualmente efficacia. Il nome dev'essere scritto entro 19 giorni secondo il calendario umano.
  25. Anche se a scrivere il nome non è il possessore del quaderno, questo sortirà i medesimi effetti, qualora chi scrive il nome di una persona ne ha in mente il volto.
  26. Il Death Note non sortirà alcun effetto su coloro che non hanno compiuto i 780 giorni di età.
  27. Qualora si scriva erroneamente per quattro volte il nome di una determinata persona, il Death Note non avrà più efficacia su tale persona.
  28. Il suicidio è una causa di decesso valida. In principio si suppone che chiunque abbia la possibilità di commettere suicidio, quindi non è considerato "qualcosa di inconcepibile".
  29. Sia che si tratti di suicidio o di incidente, la morte dalla persona indicata sul quaderno non può causare direttamente la morte di altre persone. In una simile eventualità la persona indicata morirà di arresto cardiaco, così da non coinvolgere terzi.
  30. Anche dopo aver scritto sul Death Note il nome della vittima e l'ora e le condizioni della sua morte, è possibile apportare qualunque cambiamento, purché lo si faccia entro 6 minuti e 40 secondi. Ovviamente, anche se ci si attiene a tale limite, i cambiamenti possono essere effettuati solo prima che la vittima muoia.
  31. Nel caso si apportino modifiche a quanto scritto nel Death Note entro 6 minuti e 40 secondi, occorre prima tracciare due righe sulla parte che si vuole correggere.
  32. Come sopra menzionato, l'ora e le condizioni della morte possono essere modificate. Tuttavia una volta che è stato scritto il nome della vittima, la sua morte non può essere evitata in alcun modo.
  33. Se smarrisci il quaderno, o ti viene rubato, ne perderai il diritto di proprietà, a meno che non lo recuperi entro 490 giorni.

Regole false

Ryuk, sotto ordine di Light, scrisse regole false sul quaderno, per far confondere Near riguardo le indagini su Kira

  1. Se il possessore del Death Note non uccide entro 13 giorni dall'ultima annotazione, lui o lei morirà.
  2. Se il Death Note viene bruciato, distrutto o altrimenti danneggiato in qualsiasi modo, a scopo di renderlo inutilizzabile tutti quelli che hanno toccato quel Death Note moriranno.